Mazzotti Ceramiche. Una storia d’arte, cultura e italianità.

La ditta Mazzotti Ceramiche opera nel settore della ceramica artigianale con la manifattura di famiglia dal 1903. Appartenne a Vittoria e Tullio Mazzotti (Tullio d’Albisola 1899 – 1971), ceramista e poeta ma soprattutto famoso esponente del Movimento Futurista. In seguito passò alla nipote di Tullio, nonchè celebre ceramista, Esa Mazzotti e infine al figlio Giovanni Rossello. Oggi la nostra ditta produce ceramica artistica di pregio con la stessa passione di sempre, nella rigorosa tradizione di foggiatura e decorazione che caratterizza la ceramica di Albisola fin dal 1400.

La manifattura artigiana e lo show room svolgono ancora oggi la loro attività nella “Casa Mazzotti”, struttura futurista voluta da Tullio d’ Albisola e progettata dall’architetto Nicolaj Diulgheroff nel 1932, perfettamente ristrutturata e conservata nel rispetto del progetto originale.

Nella sua storia la ditta Mazzotti Ceramiche ha operato con i migliori artisti e decoratori che hanno reso Albisola famosa in tutto il mondo, le cui opere sono esposte nei musei e collezioni più importanti a livello nazionale ed internazionale.

La ditta propone oggetti in ceramica interamente foggiati a mano in argilla di pasta grigia, come da tradizione, dipinti con pennello a mano libera raffiguranti i soggetti tradizionali bianco – blu e colorato. Noi di Mazzotti Ceramiche proponiamo inoltre una qualificata selezione di motivi “Art Decò” che hanno caratterizzato ampia parte della produzione di famiglia negli anni ’20, ’30 e ’40.

La produzione si articola fra oggetti d’arredamento, servizi da tavola, pannelli decorativi, bomboniere e lampade tutto in varie forme e dimensioni. Producendo a mano pezzo per pezzo, la manifattura è inoltre in grado di realizzare articoli personalizzati su indicazione del cliente.

Tullio d'Albisola

Tullio d’Albisola, al secolo Tullio Mazzotti (1899 – 1971), fu un personaggio eclettico ed un brillante esponente del Movimento Futurista Italiano, che lo vide protagonista come ceramista, scultore e poeta assieme a numerosi artisti e personaggi di fama internazionale che frequentarono Albissola in quel periodo. Tullio espose le sue realizzazioni in varie mostre in Italia e all’estero, ottenendo un notevole successo di pubblico e di critica.

Questo il “Manifesto” di Tullio sulla sua idea di una ceramica artistica futurista, in una lettera che scrisse il 5 febbraio 1930 all’Albo degli Artisti Italiani di Milano:

“Nato da una famiglia di ceramisti proseguo nella mia arte con grande fervore ed immensa passione, sicuro di marcare un indirizzo assolutamente nuovo nell’arte ceramica italiana. Niente che possa, anche lontanamente, ricordare le ceramiche vecchie, antiche o preistoriche. Voglio fare delle ceramiche che rovescino la tradizione. Forme policentriche, antimitative, meccaniche. Strati colorati, futuristi, violenti, abbaglianti, luminosi. Tecnica perfetta, ottenuta con materie locali, italiane, anche se povere, curandone accuratamente l’esecuzione.”
Tullio Mazzotti – Manifesto della ceramica artistica futurista – 1930

Esa d'Albisola

Esa Mazzotti, nipote di Tullio Mazzotti, è stata una dei protagonisti della cultura e della storia artistica di Albissola. 

Frequenta fin da bambina la fabbrica di ceramiche di famiglia in Albissola Marina, avendo modo di vivere a contatto con i numerosi artisti che vi hanno lavorato e realizzato opere in ceramica, tra cui: Fontana, Sassu, Fabbri, Jorn, Manzoni e altri.

Lei stessa si dedica alla lavorazione della ceramica realizzando, tra le altre cose, gioielli in ceramica firmati col nome di “Esa d’Albisola”. Segue lo zio Tullio d’Albisola nei suoi viaggi tra cui il viaggio a Vallauris durante il quale incontra Pablo Picasso che, scherzando, indossa i suoi orecchini in ceramica.

Negli anni Sessanta inizia a realizzare gioielli in oro che espone anche in varie mostre. Nel 1965 realizza la “Rosa d’oro”, dando il via all’ideazione ed all’organizzazione dell’omonima manifestazione che premierà, nella sua prima edizione, Tullio d’Albisola ed in seguito anche Lucio Fontana e Agenore Fabbri.

Dopo la morte di Tullio, avvenuta nel 1971, si dedica alla guida dell’azienda di famiglia e nel 1985 viene affiancata nell’attività dal figlio Giovanni Rossello.

Ceramiche Mazzotti è la ditta che meglio rappresenta il patrimonio storico e artistico delle ceramiche di Albisola.
Eseguiamo lavori personalizzati su richiesta.
Chiamaci subito per maggiori informazioni

Ceramiche Mazzotti

Tel. +39 019 481626

info@ceramichemazzotti.it

Corso Matteotti 25, Albissola Marina - Savona - Italy 

Call Now Button